Facebook paga persone per mettere in cattiva luce Google!

Share

Google vs Facebook

Burson-Marsteller, questo il nome della società di pubbliche relazioni, assunta da Facebook per indurre i giornalisti a mettere in cattiva luce Google.

Secondo quanto rivelato, ovvero ammesso, da Facebook, infatti, la società sarebbe stata pagata per far parlare male di alcuni progetti del colosso BigG, mettendo in cattiva luce la privacy offerta e la sicurezza degli utenti.

Alcuni portavoce di Facebook, però, hanno giustificato la vicenda considerando che, Facebook, avrebbe pagato i PR soltanto per porre l’attenzione della stampa sulla privacy degli utenti e non per far parlare male del rivale.

Anche se le voci in giro, attualmente, sono a dir poco troppe, alcuni noti personaggi della stampa e del mondo del web, hanno rilasciato interviste nelle quali hanno caldamente consigliato a Facebook di risolvere, in primis, le proprie “pecche di privacy”, prima di poter attaccare gli altri.

(444 Visits)

Share

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *