Microsoft brevetta il primo smartphone componibile

Share

Smartphone Modulare

Gli smartphone di ultima generazione prendono sempre di più le sembianze di veri e propri PC, con processori velocissimi e memorie davvero soddisfacenti. L’unica differenza, è che un PC si può espandere e personalizzare a seconda delle proprie esigenze, mentre lo smartphone è destinato ad essere sostituito una volta diventato di vecchia data.

A rivoluzionare questo modo di pensare ci pensa Microsoft, che ha brevettato e rivelato il progetto per una nuova concezione di smartphone modulare, dotato di veri e propri slot grazie ai quali cimentarsi nella sostituzione e persino nell’aggiunta di nuovi componenti.

Ad essere sostituiti potranno essere le memorie principali, il processore e addirittura il display, magari fornendone uno più grande o con più sensibilità e colori.

A quanto pare, questo sarà il Windows Phone del futuro e, in rete, l’idea sembra davvero soddisfare il grande pubblico di smanettoni.

(1075 Visits)

Share

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Luca ha detto:

    Okei. Microsoft ha vinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *