Ecco 5 modi per accedere ai siti “proibiti” in Italia

Share

Siti Bloccati

Vi è mai capitato di fare una ricerca su Google, trovare il risultato esatto, cliccare su di esso e vedere che il sito è offline? Beh, non si tratta di sfortuna, bensì di accessibilità. Molti siti, infatti, esteri e non, sono bloccati in Italia e, per questo, quando provate ad accedere ad essi vi risultano come irraggiungibili.

Per fortuna, per ovviare a questo problema ci sono diverse soluzioni, partendo da servizi web sino ad arrivare ad estensioni per browser, le quali permettono di dare al sito al quale ci si vuole collegare un indirizzo privato, che ci permetterà dunque di accedere ad esso, visto che quest’ultimo non saprà la nostra provenienza.

Di seguito, ecco i 5 modi più affidabili e diffusi per accedere ai siti bloccati:

  1. Google Cache: il celebre servizio di Google che ci permette di vedere una copia di ogni sito web salvata all’interno del motore stesso. Per usare il servizio, basta collegarsi a Google.it e digitare “cache:” seguito dal sito che vogliamo (ad esempio cache:golook-technology.it);
  2. Coral CDN: un servizio destinato ad aiutare i siti che si trovano ad affrontare eccessivo traffico sulle proprie pagine, con rallentamenti e blocchi di server. Tutto ciò può essere dunque usato per visitare tutti i siti che vogliamo, compresi quelli irraggiungibili. Quello che dovrete fare è recarvi qui e digitare l’indirizzo da visitare nella barra in basso;
  3. The Wayback Machine: un interessante servizio web che conserva una copia di tutti i siti periodo per periodo, così da mostrare la loro trasformazione nel tempo. Anch’esso può essere usato per vedere siti bloccati, recandosi semplicemente qui;
  4. Resurrect Pages: un’estensione per Firefox che permette di fare quanto detto in tutta facilità dal proprio browser. L’estensione è disponibile a quest’indirizzo;
  5. Web Cache: un’altra estensione, stavolta per Chrome, del tutto simile a Resurrect Pages. Per installarla sul vostro browser non dovrete fare altro che recarvi qui.

(3324 Visits)

Share

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *