I 10 segreti per essere assunti da Apple, Google e Microsoft!

Share

Apple - Google - Microsoft

Lavorare alla Apple, con Google o con la Microsoft, è il sogno di molti ingegneri e laureati e, negli ultimi tempi, sul campo c’è una sfrenata competizione.

Come si può immaginare, infatti, le aziende cercano solo il meglio del meglio ma, oltre a quello che si è, bisogna anche saperlo dimostrare bene. A questo scopo, e per diffondere un pò di informazione “pulita” su queste aziende di nuova generazione dall’eterna rivalità, un’ex-ingegnere che ha lavorato con Google, ha deciso di svelare i 10 segreti per essere assunti da una di loro.

L’idea è stata di Gayle Laakmann McDowell, che è riuscita ad entrare in Google come tirocinante all’età di 18 anni, lavorando poi per Microsoft e Apple durante la sua carriera. Dalla sua esperienza, derivano i 10 punti seguenti, così da garantire una brillante presentazione al primo datore di lavoro.

  1. Create qualcosa di vostro, che sia un sito web, una piccola azienda, un’organizzazione, o qualsiasi cosa che possa esprimere la vostra intraprendenza, creatività e la passione per la tecnologia;
  2. Createvi una vostra presentazione online; può bastare un blog che curate sin da quando siete bambini, una cosa fatta al momento o un semplice curriculum organizzato con una grafica soddisfacente, che possa trasmettere la vostra voglia di fare;
  3. Partecipate a eventi di tecnologia, rendetevi presenti dappertutto nelle occasioni di marketing e soprattutto siate utenti attivi sui forum più conosciuti e diffusi;
  4. Il Curriculum? Inutile farlo lungo, nessun datore di lavoro mai lo leggerà. Rendetelo corto, compatto e soprattutto che possa mettervi in mostra per la conoscenza che possedete;
  5. Eliminate il superfluo e tutto ciò che sapete fare, tanto quello lo dimostrerete con il tempo. Mettete invece in evidenza i vostri risultati, i vostri “piccoli successi” e tutte le volte che vi siete distinti;
  6. Sappiate raccontare con convinzione la vostra storia, cercate di rendervi misteriosi ma allo stesso tempo limpidi e interessanti, mettendo in evidenza la vostra bravura nel saper gestire le situazioni della vita;
  7. Partecipereste alle Olimpiadi senza sapere cosa sia lo sport? Ovviamente la risposta è no, ed è proprio per questo che dovrete allenarvi con le domande del colloquio, facendovi magari intervistare prima da qualche vostro amico o conoscente (meglio se uno sconosciuto);
  8. Preparate qualche domanda da fare, qualche vostra curiosità; è bene sapere che non è necessario solo rispondere, ma anche mostrare agli intervistatori la propria voglia di conoscere l’azienda di cui si sta entrando a far parte;
  9. Non pensate agli errori, li fanno tutti. Sappiate che è un bene metterli in evidenza e mai cercare di riprenderli, visto che al vostro capo questo non farà piacere. Ammetteteli e ricominciate daccapo.
  10. State cercando lavoro alla Apple? In Google o alla Microsoft? Siate impavidi e pronti a tutti e soprattutto non bloccatevi a domande difficoltose e insolite; non è necessario saper rispondere, ma saper reagire bene quando si ha davanti una difficoltà.

Ovviamente, queste regole sono semi-universali e soprattutto ben viste da qualunque azienda. Quando si cerca lavoro, è fondamentale sapersi presentare e, con queste dritte, speriamo di avervi illuminato per i prossimi colloqui di lavoro.

(837 Visits)

Share

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *