I siti religiosi sono più ricchi di virus di quelli per adulti

Share

Papa Ratzinger

Symantec, società specializzata nella nella sicurezza informatica, ha da poco rilasciato alcuni dati che dimostrano delle cose davvero impensabili.

Cio che è stato diffuso è il XVII Internet Security Treath Report, che in pratica si presenta come un rapporto annuale nel quale viene misurata la densità e la fonte di minacce informatiche sul web.

In questa dettagliata classifica, è stato rivelato però un dato alquanto curioso, secondo il quale i siti a carattere religioso, sarebbero mediamente quelli contenenti più insidie e minacce per gli utenti, considerandoli dunque come più pericolosi dei siti internet per adulti.

Di dati incoraggiati, invece, se ne sono avuti sull’utilizzo dello spam, che quest’anno sembra sia calato del 10% rispetto all’anno scorso, almeno per quanto riguarda quello via email.

Del resto cosa dire, meglio evitare di essere dei “credenti 2.0”.

(502 Visits)

Share

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *