Chromecast arriva in Italia: ecco a cosa serve la chiavetta di Google

Share

Google Chromecast

Arrivata da poco in Italia, Chromecast, la chiavetta HDMI di Google che collega smartphone e tablet alla TV ha funzioni tutte da scoprire e, in questo articolo, vedremo quali sono le più interessanti.

Chromecast, inizialmente in vendita solo negli USA, è infatti disponibile ora anche in Italia, su Amazon a questo link, al prezzo di 35 euro spedizione compresa.

La chiavetta Google Chromecast va inserita in una porta HDMI della TV e serve a trasmettere video in streaming da smartphone e tablet al televisore. Non solo YouTube, ma anche Netflix, HBO, Hulu, Google Play TV & Movies e un’altra decina di applicazioni musicali e non – VEVO, Pandora, Google Play Music, Songza e anche RealPlayer Cloud, Red Bull TV, Post TV (la tv del Washington Post) e Viki, piattaforma di video giapponesi e coreani.

Oltre a questo, alla Google Chromecast si può trasmettere anche una tab di Chrome dal proprio laptop: basta avere aggiornato il browser almeno alla versione 28 e aver installato l’estensione dedicata. Mandare Chrome sul tv vuol dire tante cose, non solo navigare su uno schermo più grande, ma anche lanciare uno slideshow delle tue foto da Flickr o Facebook o della musica da Spotify o Deezer, per non dire di eventuali streaming di contenuti come i programmi di Sky Go, Sky Online e ogni altro video che puoi vedere sul browser, anche se proveniente da siti poco famosi.

Attualmente, si può dunque intuire che la Google Chromecast più che per la sua utilità, è stata esaurita in poco tempo e diventata un best seller per il suo prezzo accessibile e per il semplice fatto che i possessori di smartphone all’avanguardia già non possono farne a meno. Proprio per questo, Google ha annunciato che a Febbraio ci sarà il lancio di un programma per sviluppatori dedicato, con oltre 3mila kit già scaricati per rendere siti e app compatibili con questa tecnologia.

Chromecast funziona con una versione semplificata di Chrome OS: per installarla, basta inserirla in qualsiasi porta HDMI del tv, alimentarla connettendola a una porta USB o a una presa elettrica (con l’adattatore) e connetterla al Wi-Fi tramite lo smartphone. Una volta aggiornata, è già pronta per ricevere input da qualsiasi dispositivo che abbia almeno Android 2.3, iOS 6, Windows 7 o Mac OS 10.7 su cui sia stata installata l’app gratis Chromecast.

Una volta che un dispositivo con app o estensione si trova sulla stessa rete Wi-Fi della chiavetta, è possibile scegliere Chromecast tra le opzioni di streaming: la qualità massima di trasmissione è 1080p, abbastanza per godersi i contenuti su un tv HD. Se non ci sono app connesse, il Chromecast crea un piacevole effetto salvaschermo sul tv, alternando immagini HD con l’orario in sovra impressione, ma appena ne scegli una il ripristino dallo standby è immediato.

(3 Visits)

Share

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *